FREE WEBINAR OPERATIVO SU TUTTO IL SOTTO-SOGLIA, CON LO SCHEMA INTEGRALE DI DETERMINAZIONE PER L’AFFIDAMENTO DIRETTO, E SULLE ACQUISIZIONI VINCOLATE, ANCHE "IN HOUSE" IN UNA "DUE GIORNI"

Il materiale che viene messo a disposizione.

Come materiale di documentazione vengono messi a disposizione:

1) il codice dei contratti commentato (per il “sistema appalto”) di circa n. 900 facciate con, sotto ogni comma, la giurisprudenza di riferimento e box di analisi (è evidenziato con immediatezza anche tutto il contenuto applicabile ai settori speciali);

2) il primo manuale sulla c.d. spending review (L’acquisizione di servizi e forniture dopo la L. 27 dicembre 2019, n. 160), di circa n. 170 facciate, che è l'aggiornamento integrale nel tempo de L'art. 24 della finanziaria 2003 (Rimini, 2003), de L'affidamento di forniture e servizi dopo la L. 212/2003 (Rimini, 2003) e de L'affidamento di forniture e servizi dopo la finanziaria 2004 (Rimini, 2004); il secondo manuale sulla c.d. spending review (Il D.L. 66/2014, dopo la legge di bilancio 2017), di circa n. 10 facciate;

3) la «comunicazione interpretativa» della Commissione, annotata (di circa n. 12 facciate);

4) le linee guida n. 4 dell’ANAC sugli affidamenti sotto soglia comunitaria, con analisi infra-testo e con giurisprudenza di riferimento (di più di n. 40 facciate);

5) lo schema di determinazione unica a contrattare (di circa n. 10 facciate)  per un «affidamento diretto» comunque adeguatamente da motivarsi, di importo inferiore a EUR 40.000 (per i lavori, anche per importo inferiore a EUR 150.000), quando non si utilizza il MEPA per l’o.d.a. o per la r.d.o.: a) con modalità di richiesta di preventivi, “tradizionale” ovvero con utilizzo di «sistema telematico messo a disposizione dalla centrale regionale di riferimento»; b) ovvero a seguito di «trattativa privata» sul MEPA (sia per vetrina, sia eventualmente anche per catalogo); c) ovvero «senza previa consultazione di due o più operatori economici» (criteri di affidamento: mera convenienza economica, ovvero miglior rapporto qualità-prezzo informale; senza alcuna necessità di procedimentalizzazione; con il richiamo coordinato di tutti i presupposti giuridici della materia; con aggiornamento alle linee guida dell’ANAC n. 4 in quanto compatibili con il D.L. 18 aprile 2019, n. 32; con l'indicazione sistematica di tutta la giurisprudenza uscita in materia;

6) lo schema d’atto con la motivazione sintetica per la deroga al principio della rotazione nell'affidamento diretto di più modesto importo;

8) l'analisi del tema: l’«affidamento diretto» e l’uso di una piattaforma telematica diversa dal ME.P.A.di n. 5 facciate);

9) le linee guida n. 3 dell’ANAC sul RUP, con analisi infra-testo e con giurisprudenza di riferimento (di circa n. 22 facciate);

10) l’analisi del rapporto fra il codice dei contratti e il D.Lgs. 165/2001 (di circa n. 8 facciate);

11) l'analisi dettagliata del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (COVID-19) e la disciplina dei contratti pubblici;  l'ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri (di circa n. 20 facciate).

[clicca qui sotto]
IL PROGRAMMA, IL COSTO, GLI SCONTI

 

TUTTI I PROGRAMMI DEI WEBINAR IN MATERIA DI APPALTI PUBBLICI