TERNA DEI SUBAPPALTATORI (QUANDO C’ERA) E QUALIFICAZIONE IN CLASSIFICA “QUINTA” (SENTENZA 2 DICEMBRE 2019)

Si sostine la frazionabilità del requisito tra i tre subappaltatori indicati nel DGUE. In altre parole, sebbene nessuno dei subappaltatori indicati in offerta avesse la SOA per la categoria OS 18-B in V classifica, l’offerente avrebbe dovuto comunque considerarsi atto a soddisfare il requisito, poiché sommando gli importi delle qualifiche (I e III bis) possedute dai membri della terna, si sarebbe superato l’importo previsto per la V classifica richiesta dalla lex specialis. Quid juris?

Per poter leggere tutto l'articolo occorre effettuare l'accesso oppure abbonarsi al giornale.