IL RICORSO AL PREZZO PIÙ BASSO PER GLI AFFIDAMENTI DI VALORE INFERIORE ALLA SOGLIA COMUNITARIA, PER SERVIZI E FORNITURE

Così recita l’art. 36 del codice dei contratti pubblici, comma 9-bis: «Fatto salvo quanto previsto all’articolo 95, comma 3, le stazioni appaltanti procedono all’aggiudicazione dei contratti di cui al presente articolo sulla base del criterio del minor prezzo ovvero [, previa motivazione,] sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa». La domanda è questa: per importo inferiore alla soglia comunitaria occorre comunque dare applicazione al combinato disposto dei commi 4 e 5 dell’art. 95?

Per poter leggere tutto l'articolo occorre effettuare l'accesso oppure registrarsi.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.