FOCUS IL PRINCIPIO DI CORRISPONDENZA NEI SERVIZI, CON RIFERIMENTO ALLA CAPOGRUPPO

La fattispecie esaminata dal giudice amministrativo ricade nell’àmbito di applicazione dell’art. 275 d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 (oggi abrogato), ma la disposizione era la stessa («La mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria») dell’attuale (dopo il primo correttivo) art. 83, comma 8, del codice. La capogruppo erra, di un nonnulla, nell’indicare la propria quota di esecuzione. Si applica lo stesso principio che la “plenaria” ha stabilito per i lavoriSe ne parlerà anche nella giornata di formazione sulla gara d’appalto di servizi e forniture.

Per poter leggere tutto l'articolo occorre effettuare l'accesso oppure abbonarsi al giornale.