FREE TEORIA E PRATICA DEGLI APPALTI: AGGIORNAMENTO (22/11/2019) SULLE PROSSIME GIORNATE DI FORMAZIONE E SCALETTA COMPLETA DI TUTTI GLI INCONTRI. IL SUPPORTO A R.U.P. E IMPRESA PER GARE E FINANZA DI PROGETTO.

MILANO, 27 novembre: lavori e subappalto (confermato). ROMA, 4 dicembre: lavori e subappalto (in via di conferma). ROMA, 5 dicembre: CONSIP-MEPA, tutto il sottosoglia, lo schema di determinazione dell'affidamemto diretto (confermato). SENIGALLIA, 11 dicembre:  lavori e subappalto (confermato). SENIGALLIA, 12 dicembre: CONSIP-MEPA, tutto il sottosoglia, lo schema di determinazione dell'affidamemto diretto (in via di conferma). ROMA, 18 dicembre: l'offerta economicamente più vantaggiosa e l'anomalia (confermato).

La FORMAZIONE [cliccare sopra ogni titolo per scaricare il programma completo] 

I LAVORI PUBBLICI, DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO “SBLOCCA CANTIERI” E DEL DECRETO "CRESCITA": LE PROCEDURE, LA QUALIFICAZIONE, IL SUBAPPALTO DOPO LA SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA – IL SETTORE DEI «BENI CULTURALI» E I SETTORI «SPECIALI»

Milano, 27 novembre; Roma, 4 dicembre; Senigallia, 11 dicembre. 

L’ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE DI VALORE INFERIORE ALLA SOGLIA COMUNITARIA, DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE DELLO “SBLOCCA CANTIERI” – LO SCHEMA INTEGRALE DI DETERMINAZIONE PER L’AFFIDAMENTO DIRETTO, ANCHE PER I LAVORI – ALTRI TEMI

Roma, 5 dicembre; Senigallia, 12 dicembre. 

L’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA NEI SUOI TRE SUB-CRITERI DI AGGIUDICAZIONE E L’ANOMALIA, DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE DELLO “SBLOCCA CANTIERI”

Roma, 18 dicembre. 

LA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO “SBLOCCA CANTIERI” E DEL DECRETO "CRESCITA", ARTICOLO PER ARTICOLO: LE NOVITÀ, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO

Presso l’Ente, in house, previa informale richiesta di preventivo di spesa. 

LA PROCEDURA APERTA DI SERVIZI E FORNITURE, DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE DELLO “SBLOCCA CANTIERI” – L’ANALISI SPECIFICA DELLE IPOTESI DI NECESSARIA E MOTIVATA DEROGA AI BANDI-TIPO DELL’ANAC N. 1 E N. 2

Presso l’Ente, in house, previa informale richiesta di preventivo di spesa. 

I REQUISITI DI CARATTERE GENERALE: ART. 80 DEL CODICE («MOTIVI DI ESCLUSIONE»), DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE DELLO “SBLOCCA CANTIERI” – FORMAZIONE CON CARATTERE DI ASSISTENZA INTEGRALE AL RUP

Presso l’Ente, in house, previa informale richiesta di preventivo di spesa.

L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL’ARCHITETTURA E ALL’INGEGNERIA, DOPO LA L. N. 55/2019 – LE LINEE GUIDA DELL’ANAC – LA DISCIPLINA DELLA FORMALE GARA D’APPALTO, CON L’ANALISI SPECIFICA DELLE IPOTESI DI MOTIVATA DEROGA AL BANDO-TIPO DELL'ANAC N. 3

Presso l’Ente, in house, previa informale richiesta di preventivo di spesa.

 

Il SUPPORTO al RUP e all’IMPRESA [cliccare sopra ogni titolo per scaricare l'informativa completa]

FINANZA DI PROGETTO E DIRITTO DI PRELAZIONE “ALL’ITALIANA”

In Italia c’è assoluta mancanza di trasparenza nell’affidare il diritto di prelazione a un «proponente». Basta mettersi d’accordo al bar o alla partita o meglio ancora in trattoria di fronte a un buon rosso e il giochino è fatto: “Tu presenta la proposta, il tecnico le dà un’occhiata e una sforbiciatina, ci accordiamo e la prelazione è tua. Cioè il contratto è tuo, hai capito?” 

QUESITI "AL VOLO": PACCHETTO A COSTO FLESSIBILE E PACCHETTO A COSTO FISSO

Fino a un tetto di spesa stabilito discrezionalmente dall’interessato, per una durata massima prestabilita sempre dall’interessato stesso, ci impegniamo a quotare con immediatezza il costo di un quesito pratico. 

BANDI DI GARA DI LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E FINANZA DI PROGETTO: RICHIEDI UN PREVENTIVO

Dalla stesura della disciplina di gara, con motivata deroga ai bandi-tipo dell’ANAC n. 1, n. 2 e n. 3, alla definitiva aggiudicazione.

SERVIZI, ANCHE DI PROGETTAZIONE DI LAVORI, E FORNITURE – FORMAZIONE “IN HOUSE” AVANZATA: IL FILE UNICO DI DISCIPLINARE DI GARA, ANCHE PER LA C.U.C. – LA CORRELAZIONE CON IL “FILE” EDITABILE DEL DGUE – LA MOTIVATA DEROGA AI TRE BANDI-TIPO DELL’ANAC

Viene fornito e illustrato un unico file di testo che contiene, in modo ragionato, tutte le opzioni possibili. Viene seguito lo schema del modello di bando comunitario. Previsto anche l'accordo quadro Prevista motivata deroga ai bandi-tipo dell’ANAC nn. 1, 2 e 3. L’impatto della sentenza della Corte di Giustizia sulla disciplina del subappalto.   

LAVORI PUBBLICI – FORMAZIONE "IN HOUSE" AVANZATA: IL FILE UNICO DEL DISCIPLINARE DI GARA, ANCHE PER LA C.U.C. – LA CORRELAZIONE CON IL “FILE” EDITABILE DEL DGUE

Viene fornito e illustrato un unico file di testo che contiene, in modo ragionato, tutte le opzioni possibili. Viene seguito lo schema del modello di bando comunitario. Previsti anche l'accordo quadro e, soprattutto, l’appalto integrato (con disciplina estesa fino all'avvalimento dei requisiti progettuali da parte del progettista indicato). L’impatto della sentenza della Corte di Giustizia sulla disciplina del subappalto.  

FINANZA DI PROGETTO E SOLLECITAZIONE DELLA STAZIONE APPALTANTE A RICEVERE PROPOSTE

Su questa materia, più che scrivere libri o fare formaziione, è opportuno fornire specifica assistenza. Si garantisce ad un tempo efficacia dell’azione amministrativa (ricevere proposte) e sua legittimità integrale (cioè massima trasparenza) in relazione alla sussistenza del diritto di prelazione per il proponente la cui proposta sia stata accettata. Come fare, addebitando al concessionario anche i costi di assistenza al RUP? 

LA FINANZA DI PROGETTO DI CUI ALL’ART. 183 DEL CODICE, DOPO LE LINEE GUIDA

Su questa materia, più che scrivere libri o fare formazione, è opportuno fornire specifica assistenza. Curiamo per le imprese la predisposizione della «proposta» di cui all’art. 183 del D.Lgs. 50/2016, comma 15, con aggiornamento alle linee guida dell'ANAC n. 9 (G.U. 20 aprile 2018, n. 92). 

LA FINANZA DI PROGETTO NEL NUOVO CODICE, DOPO LE LINEE GUIDA: ANCHE OGGI I COSTI DEL SUPPORTO AL RUP SONO ADDEBITABILI AL CONCESSIONARIO A C.D. “BUON ESITO”

L’art. 183 del D.Lgs. 50/2016 corrisponde sostanzialmente all’art. 153 del vecchio codice. Si tratta della c.d. «finanza di progetto», attivabile anche su iniziativa del privato. Curiamo per l'Amministrazione la gestione integrale della procedura di gara (comma 15). Il contratto è comunque sempre di concessione. Il contratto non cambia, cioè, a seconda del tipo di procedura con cui ci si arriva. Si tiene conto delle linee guida dell'ANAC n. 9 (G.U. 20 aprile 2018, n. 92). 

GARA DI CONCESSIONE EX ART. 183, COMMA 15, DEL CODICE: LO SCHEMA DELLA «BOZZA DI CONVENZIONE» AL MOMENTO DI PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA

Su questa materia, più che scrivere libri o fare formazione, è opportuno fornire specifica assistenza. Dopo gli atti di gara completi, abbiamo definito anche lo schema integrale, con tutte le variabili, della «bozza di convenzione» da allegare alla proposta da parte del «proponente», ma che poi l’Amministrazione aggiudicatrice deve valutare nei profili sia di legittimità, sia di opportunità. 

GARA DI CONCESSIONE EX ART. 183, COMMA 15, DEL CODICE (APPLICABILE ANCHE AI SERVIZI): DISCIPLINARE DI GARA E BANDO

Su questa materia, più che scrivere libri o fare formazione, è opportuno fornire specifica assistenza. Definito anche lo schema di bando per la pubblicità in Gazzetta nazionale, con assoluta identità di contenuto rispetto a quello per la G.U.U.E..