FREE Concessione e finanza di progetto, nei lavori e nei servizi

Tutti i pacchetti per l’assistenza al RUP (con costo addebitabile al concessionario) e all’impresa.

LA FINANZA DI PROGETTO NEL NUOVO CODICE, DOPO LE LINEE GUIDA: ANCHE OGGI I COSTI DEL SUPPORTO AL RUP SONO ADDEBITABILI AL CONCESSIONARIO A C.D. “BUON ESITO”
L’art. 183 del D.Lgs. 50/2016 corrisponde sostanzialmente all’art. 153 del vecchio codice. Si tratta della c.d. «finanza di progetto», attivabile anche su iniziativa del privato. Curiamo per l'Amministrazione la gestione integrale della procedura di gara (comma 15). Il contratto è comunque sempre di concessione. Il contratto non cambia, cioè, a seconda del tipo di procedura con cui ci si arriva. Si tiene conto delle linee guida dell'ANAC n. 9 (G.U. 20 aprile 2018, n. 92).

FINANZA DI PROGETTO E SOLLECITAZIONE DELLA STAZIONE APPALTANTE A RICEVERE PROPOSTE
Su questa materia, più che scrivere libri o fare formazione, è opportuno fornire specifica assistenza. Si garantisce ad un tempo efficacia dell’azione amministrativa (ricevere proposte) e sua legittimità integrale (cioè massima trasparenza) in relazione alla sussistenza del diritto di prelazione per il proponente la cui proposta sia stata accettata. Come fare, addebitando al concessionario anche i costi di assistenza al RUP?

LA FINANZA DI PROGETTO DI CUI ALL’ART. 183 DEL CODICE, DOPO LE LINEE GUIDA
Su questa materia, più che scrivere libri o fare formazione, è opportuno fornire specifica assistenza. Curiamo per le imprese la predisposizione della «proposta» di cui all’art. 183 del D.Lgs. 50/2016, comma 15, con aggiornamento alle linee guida dell'ANAC n. 9 (G.U. 20 aprile 2018, n. 92).

FINANZA DI PROGETTO E DIRITTO DI PRELAZIONE “ALL’ITALIANA”
In Italia (incurante l’ANAC) c’è assoluta mancanza di trasparenza nell’affidare il diritto di prelazione a un «proponente». Basta mettersi d’accordo al bar o alla partita o meglio ancora in trattoria di fronte a un buon rosso e il giochino è fatto: “Tu presenta la proposta, il tecnico le dà un’occhiata e una sforbiciatina, ci accordiamo e la prelazione è tua. Cioè il contratto è tuo, hai capito?”

GARA DI CONCESSIONE EX ART. 183, COMMA 15, DEL CODICE: LO SCHEMA DELLA «BOZZA DI CONVENZIONE» AL MOMENTO DI PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA
Su questa materia, più che scrivere libri o fare formazione, è opportuno fornire specifica assistenza. Dopo gli atti di gara completi, abbiamo definito anche lo schema integrale, con tutte le variabili, della «bozza di convenzione» da allegare alla proposta da parte del «proponente», ma che poi l’Amministrazione aggiudicatrice deve valutare nei profili sia di legittimità, sia di opportunità.

GARA DI CONCESSIONE EX ART. 183, COMMA 15, DEL CODICE (APPLICABILE ANCHE AI SERVIZI): DISCIPLINARE DI GARA E BANDO
Su questa materia, più che scrivere libri o fare formazione, è opportuno fornire specifica assistenza. Definito anche lo schema di bando per la pubblicità in Gazzetta nazionale, con assoluta identità di contenuto rispetto a quello per la G.U.U.E..

BANDI DI GARA DI LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E FINANZA DI PROGETTO: RICHIEDI UN PREVENTIVO
Dalla stesura della disciplina di gara, con motivata deroga ai bandi-tipo dell’ANAC n. 1, n. 2 e n. 3, alla definitiva aggiudicazione.

I SERVIZI DI NATURA INTELLETTUALE, DAI SERVIZI DI PROGETTAZIONE ALL'ASSISTENZA GIURIDICA AL RUP
Poco si prestano ad essere acquistati sul MEPA. Per importo inferiore a EUR 40.000, con articolata motivazione di deroga di ricorso al MEPA, è sufficiente un breve avviso informale sul profilo di committente per acquisire meri preventivi di spesa da parte di chiunque operatore economico interessato, tuttavia non vincolanti per l'Amministrazione e valutabili anche in base a un informale e contestuale miglior rapporto qualità/prezzo (curriculum finalizzato; schema di lettera-contratto; prezzo preventivato).