Tematiche generali

FREE L'OMESSA DICHIARAZIONE DA PARTE DEL CONCORRENTE DI TUTTE LE CONDANNE PENALI, NEL VECCHIO CODICE (SENTENZA 21 NOVEMBRE 2019)

Comportava esclusione secca (fattispecie inerente a direttore tecnico).

IL VERBALE DI GARA (SENTENZA 21 NOVEMBRE 2019)

Il verbale è stato redatto e firmato dal solo RUP – in qualità di pubblico ufficiale – in assenza di norme che prevedano la firma da parte di altri soggetti. Quid juris?

FOCUS IL MOMENTO IN CUI MOTIVARE L’INVITO DELL’APPALTATORE USCENTE IN UNA PROCEDURA NEGOZIATA NON AD AFFIDAMENTO DIRETTO

In sede di avviso informale? Prima di diramare gli inviti? In sede di aggiudicazione, come pure si è detto? In realtà si tratta di un falso problema.

LA MANCATA SUDDIVISIONE DELL’APPALTO IN LOTTI (SENTENZA 22 NOVEMBRE 2019)

Non integra, seppure per difetto, una clausola escludente.

ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO DI AGGIUDICAZIONE (SENTENZA 22 NOVEMBRE 2019)

L’esercizio del potere di autotutela da parte della stazione appaltante può avere quale unico esito la decisione di ripetere la (stessa) gara ovvero anche la decisione di tener fermo il contratto con relativa proroga?

GIUDIZIO DI ANOMALIA E GIUDIZIO SULL’OFFERTA TECNICA (SENTENZA 21 NOVEMBRE 2019)

Da sindacare c’è ben poco, non c’è quasi nulla, salvo abnormi grossolanità (principi consolidatissimi).

LA LIMITAZIONE TEMPORALE DI EFFICACIA DELL'INFORMATIVA ANTIMAFIA (SENTENZA 21 NOVEMBRE 2019)

Deve intendersi riferita ai soli casi in cui sia attestata l'assenza di pericolo di infiltrazione mafiosa.

IL “DIES A QUO” PER LA DECORRENZA DEL TERMINE PER L’IMPUGNAZIONE (SENTENZA 21 NOVEMBRE 2019)

La stazione appaltante non è più obbligata, nella comunicazione d’ufficio dell’avvenuta aggiudicazione, ad esporre le ragioni di preferenza dell’offerta aggiudicata, ovvero, in alternativa, ad allegare i verbali della procedura. Ergo?

FOCUS LA ROTAZIONE NON È UN CANONE ASSOLUTO (SENTENZA 20 NOVEMBRE 2019)

La rotazione deve essere intesa non già come obbligo di escludere il gestore uscente dalla selezione dell’affidatario bensì, soltanto, di non favorirlo, risolvendosi altrimenti tale principio in una causa di esclusione dalle gare non solo non codificata, ma in totale contrasto col principio di tutela della concorrenza su cui è imperniato l’intero sistema degli appalti. E comunque, se li inviti tutti, è nulla quaestio. La giornata.

FOCUS IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NON È DISCIPLINATO NELLE C.D. DIRETTIVE APPALTI, ESSENDO UN ISTITUTO DEL DIRITTO INTERNO (SENTENZA 20 NOVEMBRE 2019)

La motivazione dell’invito del precedente affidatario può essere espressa anche in sede di aggiudicazione (anche perché nessuno deve sapere chi sia un altro invitato). Rileva anche il principio di economicità. La procedura sul MEPA. La giornata.

Pagina 1 di 756