IL PRINCIPIO DELLA NECESSARIA PREVIA VALUTAZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE SUSCETTIBILI DI APPREZZAMENTO DISCREZIONALE (PRINCIPIO CHE ALLORA, PERÒ, È DI CARATTERE GENERALE)

Giustamente riafferma l’ANAC che «nelle procedure indette per l’aggiudicazione di appalti pubblici sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la commissione di gara è tenuta a valutare, per primi, i profili tecnici delle offerte, soggetti come tali a valutazioni discrezionali e, solo successivamente, i profili (quali quello del tempo contemplato nella fattispecie) soggetti ad un automatismo di valutazione» (delibera 12 giugno 2019, n. 558).

Per poter leggere tutto l'articolo occorre effettuare l'accesso oppure registrarsi.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.