Servizi e forniture

LA LEGGE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO ED ALTRO
«Per forniture e servizi di importo pari o superiore a 40.000 euro ed inferiore a 150.000 euro si può procedere mediante affidamento diretto, previa consultazione di tre operatori economici, ove esistenti». Un po’ più moderati rispetto allo “sblocca cantieri”, ma insomma, il trend è quello. Se non altro la norma è chiara e non volutamente nebulosa come quella del codice.
PROCEDURA NEGOZIATA PER SERVIZI E FORNITURE DI IMPORTO PARI O SUPERIORE A EUR 40.000 E INFERIORE ALLA SOGLIA COMUNITARI: IL CASO DEL RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO
QUESITO: “Ho letto in una rivista specializzata che, per servizi e forniture di valore inferiore alla soglia comunitaria ma pari o superiore a EUR 40.000, sarebbe pacificamente ammesso l’affidamento diretto previa consultazione di cinque operatori economici. Si aggiunge che, nel caso di adozione del criterio di aggiudicazione del rapporto qualità/prezzo, occorre sempre che sia nominata la commissione giudicatrice e il RUP non sarebbe quindi più competente a gestire da solo l’affidamento. Come stanno le cose?”
LA PROCEDURA APERTA DI SERVIZI E FORNITURE, DOPO LA CONVERSIONE IN LEGGE DELLO “SBLOCCA CANTIERI” – L’ANALISI SPECIFICA DELLE IPOTESI DI NECESSARIA E MOTIVATA DEROGA AI BANDI-TIPO DELL’ANAC N. 1 E N. 2
Roma, 2 ottobre 2019; Torino, 16 ottobre. Sconto superiore al 10% per iscrizione anticipata, effettuata entro il: 3 settembre per Roma; 16 settembre per Torino (vedi sotto, al paragrafo COSTO). Ulteriore e concorrente sconto per iscrizione multiple (vedi sotto, al paragrafo COSTO). Anche presso l’Ente (in house), previa informale richiesta di preventivo di spesa.
SERVIZIO LEGALE (SENTENZA 11 LUGLIO 2019)
Si torna alla nozione civilistica di appalto per distinguere se si tratti di incarico professionale o di appalto pubblico di servizio (sic). Ma lascia l’interprete ancor più di stucco l’affermazione, di fronte a un Comune come soggetto che affida la prestazione, che «l'appalto (…) sia riconducibile ai settori speciali e alla disciplina di cui agli artt. 114-120 Codice Appalti» (sic).
CLAUSOLA SOCIALE (SENTENZA 11 LUGLIO 2019)
Riveste portata cogente solo nel senso che l’offerente non può ridurre ad libitum il numero di unità da impiegare nell’appalto.
APPALTI IN SANITÀ (SENTENZA 11 LUGLIO 2019)
La condizione affinché un farmaco biosimilare possa concorrere all’integrazione del numero minimo che impone il ricorso alla procedura dell’accordo-quadro.
MERCATO ELETTRONICO E ABILITAZIONE (SENTENZA 10 LUGLIO 2019)
Il difetto della prescritta abilitazione legittimava di per sé l’impossibilità di accedere alla gara.
LA CLAUSOLA IMPOSITIVA DELL’OBBLIGO DI PRODURRE IN ORIGINALE O IN COPIA AUTENTICA LA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ (SENTENZA 10 LUGLIO 2019)
Vìola il principio di tassatività delle cause di esclusione?
PUGLIA – LEGGE REGIONALE 5 LUGLIO 2019, N. 32
Norme in materia di equo compenso nell’esercizio delle professioni regolamentate.
FATTURATO SPECIFICO E SUO AVVALIMENTO (SENTENZA 10 LUGLIO 2019)
Il requisito del “fatturato specifico per servizi” rientra comunque tra quelli di capacità tecnico-professionale, per cui lo stesso, in quanto oggetto di avvalimento operativo, avrebbe dovuto essere declinato mediante la specifica e dettagliata elencazione dei mezzi e delle risorse messe a disposizione?

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.