Tematiche generali

L’INAPPLICABILITÀ DELLO JUS SUPERVENIENS (SENTENZA 13 SETTEMBRE 2019)
Ovvero il rispetto del principio generale e pacifico del “tempus regit actum”.
LA NECESSITÀ DI UN CERTO GRADO DI COERENZA INTERNA DELLA PROCEDURA TELEMATICA (SENTENZE 13 SETTEMBRE 2019)
Esclusa per il mancato caricamento nel sistema (equiparato alla mancata presentazione) dell’offerta economica, precedentemente redatta e prefirmata digitalmente, nel termine di upload stabilito dalla stazione appaltante, successivamente alla seduta dove sono state ammesse le offerte delle partecipanti.
LA CERTIFICAZIONE RILASCIATA DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE (SENTENZE 13 SETTEMBRE 2019)
Non ha carattere vincolante.
INVARIANZA DELLA SOGLIA
Non condivisibile l’interpretazione dell’ANAC, che aderisce a un indirizzo oggettivamente del tutto minoritario.
LA VALUTAZIONE FAVOREVOLE DI NON ANOMALIA (SENTENZA 12 SETTEMBRE 2019)
I due principi consolidati.
CONFLITTO DI INTERESSI: LE COORDINATE INTERPRETATIVE (SENTENZA 12 SETTEMBRE 2019)
È sufficiente il carattere anche solo potenziale dell’asimmetria informativa di cui abbia potuto godere un concorrente?
GRAVI (FORSE) ILLECITI PROFESSIONALI (SENTENZA 11 SETTEMBRE 2019)
Al «momento della partecipazione alla procedura di gara, l’amministratore unico (…) avrebbe omesso di dichiarare la pendenza a proprio carico di procedimenti penali». L’ANAC applica una «sanzione pecuniaria per euro 4.000,00 (…), con conseguente annotazione nel casellario informatico». Ma il solito T.A.R. annulla il provvedimento dell’ANAC. Guarda il caso (se vuoi).
L’ADEGUATEZZA DELLE COMPETENZE DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE (SENTENZA 11 SETTEMBRE 2019)
Occorre «comunque ricordare il consolidato indirizzo alla stregua del quale il requisito delle competenze nello specifico settore cui si riferisce l’oggetto del contratto che i componenti della Commissione di gara debbono possedere va interpretato nel senso che la competenza ed esperienza richieste ai commissari debbono …
I PROFILI DI INCOMPATIBILITÀ PER CHI ASSUME LE FUNZIONI DI COMPONENTE DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE (SENTENZA 11 SETTEMBRE 2019)
Chi ha redatto la lex specialis non può essere componente della commissione giudicatrice? Il solito contrasto con l’art. 107, comma 3, del TUEL. Però (e va bene) può verificare la documentazione amministrativa. E ancora: il direttore dell’esecuzione può stare in commissione giudicatrice?
LA “PRESA VISIONE DEI LUOGHI” E LA C.D. “DELEGA” (SENTENZA 11 SETTEMBRE 2019)
Il solito problema aperto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.