Servizi di progettazione

Sempre e pervicacemente molto poco orientata comunitariamente l’interpretazione dell’ANAC

L’elenco di cui all’art. 46, comma 1, del D.Lgs. 50/2016, nonché la disciplina di cui al decreto del MIT n. 263/2016 debbono ritenersi non esaustivi, ragione per cui sussiste la possibilità, per i fini indicati all’art. 7 del D.M. medesimo, di procedere all’iscrizione nel casellario tenuto dall’ANAC anche di soggetti non esplicitamente contemplati dal suddetto art. 46, comma 1, del D. L.vo 50/2016, in possesso dei prescritti requisiti.

Offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo: la (presunta) dettagliatezza dei criteri di valutazione secondo un giudice amministrativo

Curriculum, dal quale ricavare la capacità professionale nella gestione del servizio (30 punti); relazione tecnico-metodologica, dalla quale ricavare le modalità di svolgimento del servizio, la chiarezza dell'organizzazione e la gestione complessiva del servizio (50 punti). E, «attesa la semplicità della procedura di gara» (procedura negoziata non ad affidamento diretto, inerente a servizi d’architettura e ingegneria), si afferma che «siano prefissati, con chiarezza e adeguato grado di dettaglio, i criteri di valutazione» e quindi «il punteggio numerico attribuito dalla commissione a ciascuna delle offerte in gara è idoneo a integrare una sufficiente motivazione» (sic).

Concorso di progettazione

La regola dell’anonimato.

Concorso di idee

Il necessario differimento dell’accesso in relazione alla ratio dell’anomimato (la rilevanza del c.d. tratto stilistico).

Affidamento di servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria di importo da EUR 40.000 fino a sotto EUR 75.000

Questa volta anche il MIT la pensa come noi in ordine all’individuazione del criterio di aggiudicazione.

Consiglio superiore dei lavori pubblici

Linee guida per la qualità dell’architettura.

FOCUS Qualificazione tecnica dei progettisti in raggruppamento

In ordine ai servizi svolti (in disparte il profilo dei servizi di punta), sussite l’obbligo di indicazione delle quote di esecuzione assunte, in quanto non è ammesso esecutore senza alcuna idoneità tecnica (in disparte il profilo dell’avvalimento).

FOCUS L’indicazione dei costi di cui al comma 10 dell’art. 95 del D.Lgs. 50/2016

Per l’affidamento dell’attività di collaudo statico, come ci si regola? Pur ritenendosi esigibile nel caso di specie la prescrizione di cui all’art. 95, comma 10, del D.lgs. n. 50 del 2016, non venendo in rilievo un servizio “integralmente” di natura intellettuale, ciò nondimeno il tenore delle previsioni del bando di gara non era sufficientemente chiaro ed univoco, tale da rendere adeguatamente edotto il partecipante alla selezione circa l’obbligo di indicare i costi ed oneri per la sicurezza. Tesi correttissima! Per la formazione cfr. il programma della giornata-tipo.

Partecipazione a gare per l’affidamento di incarichi professionali

Il formale riconoscimento dell’equipollenza tra i diplomi di laurea in ingegneria, in qualunque ramo di specializzazione, conseguiti anteriormente alla riforma del 2001 e le lauree attualmente richieste dall’art. 47 del d.P.R. n. 328/2001.

Offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo: proposta progettuale schematica come criterio di valutazione

Nell’ambito di una procedura di appalto per l’affidamento di servizi di ingegneria e architettura la stazione appaltante può richiedere, tra i sub-criteri, una proposta progettuale schematica affinché la commissione di gara possa valutare la metodologia che, sul piano edilizio, strutturale ed impiantistico, il concorrente potrà sviluppare in caso di affidamento dell’incarico?

Pagina 1 di 32