LA MANCATA ESECUZIONE ANTICIPATA DELLE PRESTAZIONI CONTRATTUALI (SENTENZA 10 LUGLIO 2019)

Anche prima della recente novella dell’art. 80, comma 5, lett. c), del D.Lgs. 50/2016, il testo vigente ratione temporis era stato interpretato dalla prevalente e più condivisibile giurisprudenza in chiave eurounitaria, e cioè nel senso che l’elenco di illeciti professionali contenuto nella norma non è tassativo ma esemplificativo, e che resta sempre rimessa alla stazione appaltante la valutazione caso per caso in ordine all’ affidabilità del concorrente.

Per poter leggere tutto l'articolo occorre effettuare l'accesso oppure registrarsi.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.