MANCATA DICHIARAZIONE DI CONDANNA (SENTENZA 12 LUGLIO 2019)

La linea interpretativa che riduce il perimetro dell’obbligo dichiarativo: la condanna, non riguardando fatti di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 80 D. Lgs. n. 50/2016, né una condotta posta in essere nell’interesse e a vantaggio diretto dell’operatore economico concorrente, non era comunque suscettibile di incidere sul possesso del requisito dell’affidabilità professionale e dunque sull’ammissione alla procedura.

Per poter leggere tutto l'articolo occorre effettuare l'accesso oppure registrarsi.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.