Quotidiano on line (iscritto nel registro del Tribunale di Ancona, 11 aprile 2019, REG. 5/2019). Direttore responsabile: Lino BELLAGAMBA (iscritto dal 20 febbraio 2019 nell'elenco speciale dell'Ordine dei giornalisti delle Marche).

FOCUS FREE «Project financing per realizzare un ospedale: non si può fare se non si ha la qualificazione», ovvero il “de profundis” recato dall’ANAC al sistema della finanza di progetto

Ma la fase di esame della proposta non configura una procedura di gara e quindi non è proprio vero, come pure sostiene l’ANAC, che occorra già una stazione appaltante qualificata, ma tant’è. Grave, gravissimo che il MIT sia del tutto assente nella governance dei contratti pubblici. Fa tutto l’ANAC, che riesce sempre molto bene ad ingessare i processi d’affidamento. Finché l’ANAC è inutile, passi pure. Ma quando è bloccante no, va proprio soppressa.


Poi l’altra disposizione: «L’ente concedente può sollecitare i privati a farsi promotori di iniziative volte a realizzare i progetti inclusi negli strumenti di programmazione del partenariato pubblico-privato, di cui all’articolo 175, comma 1, con le modalità disciplinate nel presente Titolo» (D.Lgs. 36/2023, art. 193, comma 11).

Si configura qui un avviso informale, volto però a garantire trasparenza e concorrenzialità nell’affidamento del diritto di prelazione. Niente, anche qui l’ANAC richiede la stazione appaltante qualificata.

E così l’ANAC afferma che «per la valutazione delle proposte di PPP, tramite l’istituto della finanza di progetto, provenienti da operatori economici ai sensi dell’art. 193 del D.lgs. n. 36/2023, è necessaria la qualificazione per tutte le fasi relative alla progettazione, affidamento ed esecuzione dei medesimi contratti, ivi compresa la fase di valutazione preliminare ex art. 193» (ANAC, parere funzione consultiva n. 9 del 28 febbraio 2024).

E chi sarà ad esercitare la discrezionalità amministrativa nella valutazione di una proposta di finanza di progetto? Una stazione appaltante qualificata esterna? È come far fare l’affidamento diretto alla CUC per un ente aderente.
L’ANAC va soppressa.