FOCUS LA ROTAZIONE NON È UN CANONE ASSOLUTO (SENTENZA 20 NOVEMBRE 2019)

La rotazione deve essere intesa non già come obbligo di escludere il gestore uscente dalla selezione dell’affidatario bensì, soltanto, di non favorirlo, risolvendosi altrimenti tale principio in una causa di esclusione dalle gare non solo non codificata, ma in totale contrasto col principio di tutela della concorrenza su cui è imperniato l’intero sistema degli appalti. E comunque, se li inviti tutti, è nulla quaestioLa giornata.

Per poter leggere tutto l'articolo occorre effettuare l'accesso oppure abbonarsi al giornale.