Quotidiano on line (iscritto nel registro del Tribunale di Ancona, 11 aprile 2019, REG. 5/2019). Direttore responsabile: Lino BELLAGAMBA (iscritto dal 20 febbraio 2019 nell'elenco speciale dell'Ordine dei giornalisti delle Marche).

FREE La “frase fatta” dell’ANAC (poi "copiata ed incollata" dal magnifico legislatore del decreto semplificazioni “2”) sul necessario rispetto dei principi fondamentali del Trattato UE anche per l’affidamento diretto

«Negli affidamenti diretti è corretto che la stazione appaltante proceda al confronto dei preventivi di spesa forniti da due o più operatori economici, purché ciò avvenga nel rispetto dei principi generali di cui all’art. 30 d.lgs. 50/2016», cioè «nel rispetto dei principi generali di economicità, efficacia, tempestività e correttezza, di libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, pubblicità e rotazione» (ANAC, delibera 12 gennaio 2022, n. 8).

Per tabulas risulta quindi che una semplice richiesta di «preventivi di spesa» garantisce «libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza» e soprattutto «pubblicità». Nel dubbio, che dobbiamo sempre porci, si consiglia di consultare la TRECCANI.

Il percorso ordinato per il RUP per ogni affidamento sotto soglia comunitaria: dalle acquisizioni vincolate, fra CONSIP e MEPA, alle procedure negoziate. Affidamento diretto: i due schemi integrali d'atto.
9 febbraio 2022 (mercoledì), in video-conferenza facile (dalle 9:15 alle 16:15). Per l'affidamento diretto saranno esaminati e prodotti (in formato riscrivibile): 1) lo schema integrale dell'avviso di mera indagine di mercato; 2) lo schema integrale di determinazione unica.