Tematiche generali

IL PRINCIPIO DI TASSATIVITÀ DELLE CAUSE DI ESCLUSIONE

In presenza di una facoltà di subappalto da un lato vietata dalla lettera di invito ma dall’altro lato consentita dal capitolato speciale d’appalto si genera una situazione di ambiguità derivante dalle modalità con cui la normativa di gara è stata confezionata che non può essere fatta ricadere sull’operatore ad essa partecipante con la sua esclusione, ma al più con il divieto della facoltà di subappalto.

FOCUS LA DECORRENZA DEL TERMINE PER L’IMPUGNAZIONE DELL’AGGIUDICAZIONE E LA PROPOSIZIONE DEI MOTIVI AGGIUNTI

L’«Adunanza Plenaria ritiene di affermare i seguenti principi di diritto:

GIUDIZIO DI VERIFICA DELL'ANOMALIA

Le offerte vanno esaminate singolarmente ed isolatamente (principio consolidato).

L’ART. 97, COMMA 5, DEL D.LGS. 50/2016

Il procedimento per la verifica dell’anomalia non esclude la possibilità che la stazione appaltante, ricevute le giustificazioni per iscritto, esperisca ulteriori fasi di contraddittorio procedimentale (principio consolidato).

RECESSO

Non può essere utilizzato per eludere il profilo della mancanza dei requisiti in capo a una o più delle imprese raggruppate. E perché lo stesso principio non dovrebbe valere per i consorzi?

IL CALCOLO DELLA SOGLIA DI ANOMALIA CON IL PREZZO PIÙ BASSO IN SICILIA, NEL CONTRASTO FRA LA DISCIPLINA STATALE E QUELLA REGIONALE

L’Amministrazione, in presenza di una disposizione regionale di disciplina del criterio di individuazione dell’anomalia dell’offerta, sopravvenuta a quella statale seppur con essa incompatibile, non è titolare di alcun potere di disapplicazione. Diverso il caso ove la disciplina regionale fosse stata anteriore a quella statale con essa incompatibile.

GRAVI ILLECITI PROFESSIONALI: L’ORIENTAMENTO PER IL QUALE SI DEVE DICHIARARE TUTTO, A PENA DI ESCLUSIONE

Non è necessario che i gravi illeciti professionali posti a supporto della sanzione espulsiva siano accertati con sentenza, anche non definitiva, essendo sufficiente che gli stessi siano ricavabili da altri gravi indizi. Deve essere dichiarata in sede di partecipazione, potendo rilevare potenzialmente come grave illecito professionale, la risoluzione di un contratto d’appalto seppur poi si è giunti a transazione.

FOCUS I RAPPORTI TRA ACCESSO DIFENSIVO E TUTELA DEI SEGRETI INDUSTRIALI E COMMERCIALI

La scelta di prendere parte ad una procedura competitiva non implica un’indiscriminata accettazione del rischio di divulgazione di segreti industriali o commerciali: è necessario dimostrare la concreta necessità – da riguardarsi, restrittivamente, in termini di stretta indispensabilità – di utilizzo della documentazione in uno specifico giudizio (orientamento restrittivo). Per l’altro orientamento, cfr. quest’altro C.d.S.. A "plenaria"? Si tratta, in effetti, di una delle materie di più incerta analisi.

IL TERMINE DI TRENTA GIORNI PER L'IMPUGNATIVA DEL PROVVEDIMENTO DI AGGIUDICAZIONE DI GARA PUBBLICA

Non decorrerebbe sempre e comunque dal momento della comunicazione di cui all'art. 76 del D.Lgs. 50/2016. Ma è solo l’uno dei due orientamenti in materia.

I SOGGETTI DI CUI AL COMMA 3 DELL’ART. 80 DEL CODICE

«Anche prima dell’intervento correttivo di cui al d.lgs. n. 56 del 2017, l’interpretazione sia letterale che sistematica dell’art. 80, comma 3, del Codice dei contratti, non giustificava l’estensione degli oneri dichiarativi anche …

Pagina 3 di 852