Quotidiano on line (iscritto nel registro del Tribunale di Ancona, 11 aprile 2019, REG. 5/2019). Direttore responsabile: Lino BELLAGAMBA (iscritto dal 20 febbraio 2019 nell'elenco speciale dell'Ordine dei giornalisti delle Marche).

APPALTI PUBBLICI GENERALE

La sezione riguarda gli aspetti del contratto pubblico di carattere generale, quindi comuni: sia all’appalto, sia alla concessione; sia ai settori ordinari, sia a quelli speciali; sia ai lavori, sia a servizi e forniture.

Il meccanismo informativo è servente rispetto alla disciplina di gara

08 Maggio 2024

«La circostanza che il sistema telematico concepito per la formulazione delle offerte e la presentazione delle domande fosse concretamente “tarato” in funzione dell’interpretazione adottata dall’amministrazione comunale è irrilevante in quanto sono i meccanismi informatici a seguire la disciplina di gara e non certo il contrario».

Digitalizzazione appalti

07 Maggio 2024

ANAC pubblica indicazioni operative a seguito di segnalazioni dell’ANCI.

Il caso del decorso di un periodo superiore a tre anni dal momento dell’applicazione della misura cautelare personale

07 Maggio 2024

Il caso, inoltre, dell’omissione dichiarativa che giustifica la sanzione dello slittamento del termine triennale. Qui e nel webinar: «Il "punto" sulle criticità applicative dell'appalto nel nuovo codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 36/2023), con particolare riferimento alle cause di esclusione. Quesiti a "ruota libera"».

La conclusione di plurime risoluzioni consensuali, con il pagamento di somme di denaro, dopo la contestazione di un grave inadempimento e dopo un incontestato significativo ritardo nell’esecuzione del contratto

03 Maggio 2024

Benché l’art. 98 del D.Lgs 36/2023 abbia tipizzato le ipotesi sia di grave illecito professionale, sia dei mezzi di prova idonei, la fattispecie è assimilabile alle risoluzioni per inadempimento? Qui e nel webinar: «Il "punto" sulle criticità applicative dell'appalto nel nuovo codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 36/2023), con particolare riferimento alle cause di esclusione. Quesiti a "ruota libera"».

Accesso: un’eventuale ostensione al non concorrente delle informazioni comunicate dai partecipanti all’Amministrazione

02 Maggio 2024

Essa «è idonea a incrinare la fiducia riposta dal concorrente nell’Amministrazione, in quanto esorbita dal rischio assunto da quest’ultimo quando ha reso partecipe la stazione appaltante dei dati afferenti alla propria attività, cioè quello che le informazioni imprenditoriali possano essere comunicate agli altri candidati, esposti al medesimo rischio».

DOTTRINA

02 Maggio 2024

L’intelligenza artificiale.

I costi medi della manodopera, indicati nelle tabelle ministeriali

30 Aprile 2024

Svolgono solo una funzione indicativa (principio granitico).

Il D.Lgs. 36/2023, art. 101, comma 1, lett. a)

30 Aprile 2024

Il soccorso istruttorio sulla garanzia provvisoria.

La valutazione di anomalia e lo spessore della motivazione

30 Aprile 2024

Certamente il principio è che l'obbligo di motivazione analitica e puntuale sulle giustificazioni sussiste solo nel caso in cui l'Amministrazione esprima un giudizio negativo. Però anche tale principio va applicato in modo non irragionevole.

Il principio del risultato: non può comportare la violazione del principio di legalità, né di quello della “par condicio”

30 Aprile 2024

Se la stazione appaltante si è autovincolata con l’indicazione nella lex specialis di specifici requisiti tecnici dell’offerta, non è invocabile il principio del risultato per giustificare la scelta di un’offerta economica che, quantunque vantaggiosa sotto il profilo del rapporto qualità-prezzo, non corrisponda a siffatti requisiti, posto che ciò contrasterebbe non solo con il principio di legalità, ma anche con quello pro-concorrenziale della par condicio competitorum.

Pagina 5 di 1294