Tematiche generali

FOCUS SALARI MINIMI INDEROGABILI E TABELLE MINISTERIALI

La differenza.

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO (SENTENZA 13 GENNAIO 2020)

Il punteggio nullo.

AVVALIMENTO (FORSE) SOVRABBONDANTE

Un operatore economico è qualificato in proprio, ma non lo dichiara; fa ricorso all’avvalimento; infine pretende di essere ammesso come qualificato in proprio in quanto il contratto di avvalimento è inadeguato. Ammesso l’avvalimento sovrabbondante? A quali condizioni?

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO: RIPARAMETRAZIONE E INDIVIDUAZIONE DELLE OFFERTE SOSPETTE DI ANOMALIA “EX LEGE” (SENTENZA 15 GENNAIO 2020)

Vedi principio consolidato.

MANCATA DICHIARAZIONE DI VICENDA PENALE “SUB IUDICE” (SENTENZA 15 GENNAIO 2020)

Un giorno una sentenza in un senso, oggi nell’altro. Qui, oggi, si va fuori in modo secco. Domani o post-domani verrà fuori una sentenza in senso contrario. E non è solo questione di T.A.R.. Il legislatore, poi, una pezza non ce la mette perché non si può sempre cambiare il codice e poi è più importante per lui pensare al regolamento (che sarà un più evoluto “copia e incolla” del demonizzato d.P.R. 207/2010). Aspettiamo, con serena e quotidiana accettazione del problema, che qualche saggio collegio operi il rinvio a “plenaria” della vexata quaestio. Al momento, tuttavia, dovendo scegliere, preferiamo l’interpretazione che non fa dare la caccia spietata all’omissione dic

ART. 80 DEL CODICE E SOCIO UNICO PERSONA GIURIDICA

L’art. 80, comma 3, del D.Lgs 50/2016, in effetti non menziona il socio unico persona giuridica tra i soggetti obbligati, né tantomeno il socio unico persona giuridica del socio unico persona giuridica. Ergo?

ACCESSO

L’ostensione dei dati anagrafici e di residenza di tutti i dipendenti dell'impresa.

L’ACCETTAZIONE DI TUTTE LE CLAUSOLE DEL PROTOCOLLO DI INTEGRITÀ (SENTENZA 13 GENNAIO 2020)

È legittima la previsione del disciplinare di gara che richiede l’accettazione del protocollo di integrità, a pena di esclusione?

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO: IL SOCCORSO ISTRUTTORIO (SENTENZA 13 GENNAIO 2020)

Non può riguardare la fase avente ad oggetto soltanto la quantificazione del punteggio da attribuire ai concorrenti (principio consolidato).

FALSE DICHIARAZIONI O FALSA DOCUMENTAZIONE (SENTENZA 14 GENNAIO 2020)

Resta preclusa alle stazioni appaltanti la possibilità di valutare autonomamente, a fini escludenti, la condotta di un concorrente il quale abbia reso false e/o omissive dichiarazioni nell’ambito di una precedente gara ma la cui posizione non sia stata iscritta nel casellario informatico dell’ANAC. La formazione operativa.

Pagina 5 di 782