Tematiche generali

FOCUS Illogicità interpretativa di T.A.R. sul rapporto fra importi d’appalto in gioco e qualificazione da possedersi: la confusione concettuale della “ripetizione” con l’”opzione”

Giusto che nella gara a lotti la qualificazione-SOA vada rapportata all’importo del singolo lotto. Giusto che, in caso di «ripetizione», si debba tener conto solo del primo importo ad affidamento certo (anche perché il secondo, ad affidamento eventuale, è nella fattispecie inferiore al primo). Ma, nel caso di «ozpione» (o rinnovo opzionale, usando solo altra terminologia), …

La clausola risolutiva espressa

Di chi la giurisdizione?

DURC e sindacato del giudice amministrativo

Si tratta di un accertamento di natura incidentale.

La verifica dei requisiti

Si afferma che «non è affatto corretto sostenere che la stazione appaltante era tenuta ad effettuare tutti i controlli e le verifiche disposte dalla normativa di settore prima di aggiudicare il servizio» (Cons. Stato di oggi). È un’affermazione equivoca, per la quale va quindi fatta chiarezza.

Remunerazione dell’appalto “a corpo” e “a misura”

L’incidenza del rischio.

Eventuale sussistenza di un unico centro decisionale

Va dimostrato in concreto (principio consolidato).

Le valutazioni espresse dal verificatore

Non hanno efficacia vincolante per il giudice, che può legittimamente disattenderle attraverso una valutazione critica che sia ancorata alle risultanze processuali e risulti congruamente e logicamente motiva (principio consolidato).

Valutazione dell’anomalia e ricorso del secondo

Il concorrente classificatosi al secondo posto in graduatoria deduce l’inattendibilità dell’offerta per aspetti non specificatamente presi in considerazione dalla stazione appaltante. Come può l’aggiudicataria difendersi in giudizio?

Offerta economicamente più vantaggiosa secondo il rapporto qualità/prezzo: i criteri soggettivi come criteri di valutazione

Ancora sui profili di carattere soggettivo come parametri di valutazione dell’offerta tecnica.

Offerta economicamente più vantaggiosa secondo il rapporto qualità/prezzo: l’autonomia della stazione appaltante rispetto alle valutazioni della commissione giudicatrice

Un'offerta giudicata positivamente dalla commissione, perché rispondente ai criteri di valutazione stabiliti nel bando, può essere ritenuta dall'Amministrazione aggiudicatrice non conveniente o idonea?

Pagina 5 di 951