Tematiche generali

FREE I paradossi nell’avviare le procedure negoziate con il decreto “semplificazioni”

L’affidamento diretto non sconta l’obbligo di garantire concorrenza per il mercato, eppure ci si fascia la testa di remore e paure, al punto che qualcuno preferisce fare la procedura aperta (con inversione procedimentale, però, per velocizzare l’affidamento). Oppure si affida l’affidamento diretto (che di default è un’attività istruttoria del RUP) alla CUC (che non ha un RUP). E la CUC finisce a quel punto con il procedimentalizzare l’affidamento diretto.

La negoziata non ad affidamento diretto sarebbe una «procedura di affidamento diretto»!

Lo dice un giudice amministrativo, per il quale vogliamo ipotizzare che sia (incautamente) caduto in un mero errore di linguaggio. Anche perché poi il medesimo giudice afferma, giustamente, che, se pure «il suddetto affidamento deve avvenire non già nel rispetto delle rigorose e dettagliate procedure previste dal codice dei contratti pubblici», tuttavia deve avvenire «nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza», cioè in modo pro concorrenziale. E va bene, dai!

Offerta economicamente più vantaggiosa secondo il rapporto qualità/prezzo: principi consolidati vari

Valutazione dell’anomalia, divieto di commistione, caso in cui è sufficiente il mero punteggio numerico.

Iscrizione camerale

Oggetto sociale e attività effettivamente esercitata possono in qualche modo essere considerati come concetti coincidenti?

“Self cleaning” e obbligo di immediata comprova

Non esclusione solo se l’«obbligo non risulti né dalla normativa nazionale applicabile né dai documenti di gara».

Offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo: l’esperienza dei commissari

Il principio consolidato.

Offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo: composizione della commissione giudicatrice

Le relative censure non possono essere generiche ed astratte (principio consolidato).

Inammissibilità del ricorso

La chiara formulazione della disposizione recata dall’art. 120, comma 7, c.p.a., che prevede con formula cogente la proposizione mediante motivi aggiunti dei gravami aventi ad oggetto gli atti concernenti una procedura di gara adottati nel corso di un giudizio già instaurato in relazione alla medesima procedura.

Gli indici dell’unitarietà di una procedura di gara

La competenza di quale dei due T.A.R. della stessa regione?

La controversia vertente su un provvedimento di "decadenza dall'aggiudicazione" adottato dalla p.a. dopo l'efficacia dell'aggiudicazione definitiva e prima della stipula del contratto

L’uno dei due orientamenti in ordine alla giurisdizione.

Pagina 4 di 931