Tematiche generali

L'ACQUISTO O LA LOCAZIONE DI TERRENI, FABBRICATI ESISTENTI O ALTRI BENI IMMOBILI (SENTENZA 26 SETTEMBRE 2019)
Si applicano gli artt. 4 e 17, comma 1, lett. a), del codice. Ma in concreto come ci si deve regolare?
INVERSIONE DOCUMENTALE CON IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE DEL RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO: IL CASO, L’ANALISI IN CONCRETO
La gara di lavori è gestita da una centrale di committenza (SUA) per un Comune. Il RUP del Comune, che ha curato l’adempimento per i concorrenti della “presa visione” dei luoghi, comunica al funzionario della SUA che tre concorrenti in raggruppamento sono da escludere in quanto (come anche da bandi-tipo dell’ANAC) manca la delega da parte delle mandanti. Cfr. anche tutta la sezione FORMAZIONE.
CONSORZIO ORDINARIO E PARTECIPAZIONE DELLE CONSORZIATE
QUESITO: “Tutte le consorziate debbono partecipare alla gara?” No!
IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NELLE PROCEDURE NEGOZIATE SOSTANZIALMENTE APERTE
QUESITO: “Ma io non ci sto capendo più nulla. Se non si pone nessun filtro alla partecipazione, occorre motivare la deroga al principio di rotazione?”.
E ADESSO SUBAPPALTO SENZA LIMITE DI IMPORTO (SENTENZA 26 SETTEMBRE 2019)?
Si afferma che «il contrasto al fenomeno dell’infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti pubblici costituisce un obiettivo legittimo che può giustificare una restrizione alle regole fondamentali e ai principi generali del TFUE che si applicano nell’ambito delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici (v., in tal senso, sentenza del 22 ottobre 2015, Impresa Edilux e SICEF, C‑425/14, EU:C:2015:721, punti 27 e 28). 
RICORSO DI ANNULLAMENTO AVVERSO LA DECISIONE DI ATTRIBUZIONE DI UN APPALTO PUBBLICO, PROPOSTO DA UN OFFERENTE LA CUI OFFERTA NON È STATA SCELTA (SENTENZA 5 SETTEMBRE 2019)
Ricorso incidentale dell’aggiudicatario: ricevibilità del ricorso principale in caso di fondatezza del ricorso incidentale.
L’ART. 80, COMMA 5, LETT. C) E F-BIS), NELLA FORMULAZIONE PREVIGENTE AL D.L. 135/2018 (SENTENZA 25 SETTEMBRE 2019)
Allora doveva trattarsi di risoluzione “non contestata in giudizio, ovvero confermata all'esito di un giudizio”. Ergo occorre tenerne conto al fine di vagliare una mancata dichiarazione.
IL RITIRO DELLA “PROPOSTA DI AGGIUDICAZIONE” (SENTENZA 25 SETTEMBRE 2019)
Non vi è obbligo di avviso di avvio del procedimento ovvero di preavviso di rigetto ex art. 10-bis della L. 241/1990 (principio consolidato).
L’ISCRIZIONE CAMERALE (SENTENZA 25 SETTEMBRE 2019)
La sua funzione nei più rigorosi principi giurisprudenziali consolidati.
INVERSIONE DOCUMENTALE CON IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE DEL RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO
La gara di lavori è gestita da una centrale di committenza (SUA) per un Comune. Il RUP del Comune, che ha curato l’adempimento per i concorrenti della “presa visione” dei luoghi, comunica al funzionario della SUA che tre concorrenti in raggruppamento sono da escludere in quanto (come anche da bandi-tipo dell’ANAC) manca la delega da parte delle mandanti. La questione è se si deve procedere subito ad esclusione, ovvero se si deve seguire alla lettera il procedimento con inversione documentale. Nel secondo caso, prima si valutano le offerte e poi, solo a graduatoria definita, si controlla la documentazione amministrativa integrale del primo nonché dell’offerente diverso da quest

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.