Tematiche generali

LA MANCATA PREVIA PUBBLICIZZAZIONE DELLE REGOLE TECNICHE PER IL PROFICUO UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA TELEMATICA

Il portale informatico (nonché la stessa lex specialis) non indicavano ex ante la dimensione massima dei file, con la conseguenza che gli operatori economici non potevano ritenersi edotti delle condizioni richieste per il fruttuoso utilizzo degli strumenti telematici. Ergo, …

FREE QUESTIONI PROCESSUALI

«Si rimettono pertanto all’Adunanza Plenaria i seguenti quesiti:

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA SECONDO IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO: L’”ON/OFF”

Sia pure cum grano salis è ammesso (nella fattispecie 10/70 di offerta tecnica, ma si poteva salire ancora). La formazione in materia, il materiale di documentazione.  

FOCUS CALCOLO DELLA SOGLIA DI ANOMALIA AI SENSI DELL’ART. 97, COMMA 2, DEL CODICE

Non c’è bisogno di nessuna “plenaria”. Anche il secondo C.d.S. conferma il primo. La matematica torna a non essere un’opinione. Ma, a scanso di equivoci (visti certi titoli), va ribadito che  si tratta di «sottrazione da compiere (…) tra due percentuali». La formazione in materia, il materiale di documentazione.  

DICHIARAZIONE FALSA, ANZI NO, SEMPLICEMENTE OMESSA

L’omessa dichiarazione da parte dell’aggiudicataria della pregressa revoca di aggiudicazione disposta nei suoi confronti per il mancato allestimento dell’automezzo adibito al servizio oggetto di gara: si tratterebbe di una semplice, banale, mera, non escludente, “omissione dichiarativa”. A questo punto ben venga la mannaia della “plenaria”. La formazione in materia, il materiale di documentazione.

FREE IL MOMENTO RILEVANTE PER LA SUSSISTENZA DELLA REGOLARITÀ CONTRIBUTIVA

È quello, «stabilito dal bando, della scadenza del termine per la presentazione delle offerte» (T.A.R. Calabria, Catanzaro, I, 25 giugno 2020, n. 1137). E tante grazie! Peccato che …

VALUTAZIONE DI NON ANOMALIA

La questione della soglia minima di utile.

VALUTAZIONE DI NON ANOMALIA

La formula motivazionale “semplificata”.

VARIAZIONE IN SEDE DI GIUSTIFICAZIONI DI ANOMALIA DEL COSTO DELLA MANODOPERA INDICATO IN SEDE DI OFFERTA ECONOMICA

Da EUR 518.786,51 a EUR 401.157,65: se possono ammettersi, in sede di giustificazioni dell’offerta, parziali e limitate variazioni delle voci di costo – purché l’offerta complessivamente risulti congrua, oltre che non modificata radicalmente – deve però trattarsi di variazioni tutto sommato limitate e, quel che più conta, adeguatamente giustificate.

FOCUS ANCORA SULL’INVERSIONE DOCUMENTALE E SULL’OPERATIVITÀ DEL PRINCIPIO DI INVARIANZA

Si afferma, giustamente, che «la verifica delle offerte economiche in via prioritaria rispetto alla verifica dei requisiti di partecipazione dei concorrenti è circostanza neutra rispetto alla “ratio” del principio di portata generale di “invarianza”». E questo è un punto fermo decisivo. Quindi la questione è tutta e solo su quando scatti la consolidazione della graduatoria con il prezzo più basso con «esclusione automatica». Il T.A.R. che giustamente ha affermato quanto sopra ...

Pagina 6 di 852