Quotidiano on line (iscritto nel registro del Tribunale di Ancona, 11 aprile 2019, REG. 5/2019). Direttore responsabile: Lino BELLAGAMBA (iscritto dal 20 febbraio 2019 nell'elenco speciale dell'Ordine dei giornalisti delle Marche).

LAVORI PUBBLICI

La sezione riguarda solo il settore d’affidamento, in appalto, dei lavori pubblici. Per i lavori che si affidano in concessione, la sezione di riferimento è quella della CONCESSIONE stessa, comune anche ai servizi.

Il subappalto “a cascata”, ovvero per il settore dei lavori vogliamo toglierci di dosso questo problema una volta per tutte, in modo estremamente semplice?

11 Marzo 2024

La disposizione: «Le stazioni appaltanti indicano nei documenti di gara le prestazioni o lavorazioni oggetto del contratto di appalto che, pur subappaltabili, non possono formare oggetto di ulteriore subappalto» (D.Lgs. 36/2023, art. 119, comma 17).

Appalto integrato e limitabilità del subappalto esecutivo per il servizio d’architettura e ingegneria

11 Marzo 2024

QUESITO: «È legittimo limitare il subappalto delle prestazioni progettuali solo ad alcune prestazioni?»

L’appalto integrato-complesso ai sensi dell’art. 48, comma 5, del D.L. 77/2021, riguardante l’elaborazione della progettazione definitiva in sede di offerta tecnica: la verifica di congruità del “costo del personale” per i progettisti

11 Marzo 2024

La quaestio juris: la verifica di congruità del “costo del personale” riguarderebbe solo il costo della “manodopera” nella fase esecutiva e non il costo del lavoro (subordinato) di natura intellettuale effettuato in sede di progettazione?

Attività maggiormente esposte a rischio di infiltrazione mafiosa: l'iscrizione nella “white list “

11 Marzo 2024

Il possesso e il rinnovo dell’iscrizione.

FOCUS L’incremento del quinto in caso di raggruppamento, con il D.Lgs. 36/2023: corretto il principio espresso dall’ANAC, scorretto il linguaggio

10 Marzo 2024

L’ANAC ha fatto di tutto per far eliminare la distinzione fra raggruppamenti orizzontale e verticale, adesso non può formalmente parlare di «sub raggruppamento orizzontale». Però, d’altra parte, è evidente che, quando ci si suddivide una stessa categoria, li di fatto si configura ancor oggi un raggruppamento orizzontale al fine della qualificazione. Allora dovremo denominarlo con una più corretta terminologia. E poi l’ANAC omette del tutto di prendere in considerazione un’altra questione. Qui e nel webinar: «La qualificazione nei lavori pubblici e le inevitabili scelte discrezionali della stazione appaltante: prevalente, scorporabili, SIOS, raggruppamenti e consorzi, subappalto, appalto integrato, beni culturali».

Appalto integrato e ipotesi di raggruppamento verticale fra appaltatore di lavori e chi esegue il servizio d’architettura e ingegneria: inammissibile

09 Marzo 2024

QUESITO: «Buonasera, a un seminario di formazione sull’appalto integrato ho sentito il relatore ammettere come normale la possibilità di un raggruppamento verticale fra operatore economico con attestazione-SOA e progettisti. Ma il raggruppamento verticale non è stato del tutto espunto dall’ordinamento con il nuovo codice dei contratti pubblici assunto con il D.Lgs. 36/2023? Grazie.»

«ART. 104 COMMA 11 D. LGS 36/2023»: eventuale previsione del divieto di subappalto e di quello di avvalimento per le SIOS (in disparte il problema della loro individuazione)

09 Marzo 2024

L’errata risposta del MIT a un quesito.

FOCUS Il beneficio del “quinto” di qualificazione-SOA per la capogruppo (di un raggruppamento di fatto "orizzontale"), fra vecchio e nuovo codice

08 Marzo 2024

La disposizione limitativa andava già disapplicata in vigenza del d.P.R. 207/2010. Ma il problema non sussiste comunque con il nuovo codice. Qui e nel webinar: «La qualificazione nei lavori pubblici e le inevitabili scelte discrezionali della stazione appaltante: prevalente, scorporabili, SIOS, raggruppamenti e consorzi, subappalto, appalto integrato, beni culturali».

FOCUS Eccolo là, il giudice amministrativo che conferma la nostra semplice lettura delle fonti in ordine alla piena sussistenza delle categorie scorporabili a qualificazione “non obbligatoria”

07 Marzo 2024

Mai condivisa la miope lettura di ANCE e di T.A.R. Reggio Calabria. Giustamente annullata, ora, l’esclusione per mancato possesso delle non possedute scorporabili OS1 e OS23, categorie ieri e oggi a qualificazione non obbligatoria. Figurarsi poi per l’altra inopinata scelta di qualche stazione appaltante di considerare scorporabile una lavorazione ulteriore, rispetto alla prevalente, singolarmente pari o inferiore sia al 10% del totale d’appalto, sia a EUR 150.000, ovvero la follìa di una OS 1 da EUR 5.000 (cinquemila), per esempio, a qualificazione obbligatoria con i requisiti semplificati di cui all’art. 28 dell’ALLEGATO II.12! L’ANAC tace (meglio così). Qui e nel webinar: «La qualificazione nei lavori pubblici e le inevitabili scelte discrezionali della stazione appaltante: prevalente, scorporabili, SIOS, raggruppamenti e consorzi, subappalto, appalto integrato, beni culturali».

Consorzio stabile e principio del “cumulo alla rinfusa”: la continuità fra vecchio e nuovo codice

06 Marzo 2024

La “conta dei danni” dopo la sentenza del C.d.S. del 2022.

Pagina 8 di 255