Servizi e forniture

LA REFEZIONE SCOLASTICA SOPRA SOGLIA E LA QUESTIONE DELL’ANTICIPO DEL PREZZO
QUESITO: “I soldi in cassa non ci sono. Vorrei sapere come fare a rispettare la previsione di cui al nuovo comma 18 dell’art. 35 del codice. Grazie!”
LA “PLENARIA” SU QUANDO UN SERVIZIO È SIA AD ALTA INTENSITÀ DI MANODOPERA, SIA STANDARDIZZATO (SENTENZA 21 MAGGIO 2019)
La risposta più logica che ci si potesse attendere (anche perché su una questione proprio insussistente).
GARA PER SERVIZIO DI PORTIERATO (SENTENZA 21 MAGGIO 2019)
La richiesta di un fatturato minimo nel settore della “vigilanza non armata” è immediatamente lesiva?
LE REFERENZE BANCARIE (SENTENZA 15 MAGGIO 2019)
Potrebbero essere formate anche dopo la scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione. A una condizione.
LE DIFFORMITÀ DELL’OFFERTA TECNICA RISPETTO AI REQUISITI MINIMI (SENTENZA 17 MAGGIO 2019)
Comportano sempre esclusione?
L'ART. 68, COMMA 7, DEL CODICE (SENTENZA 17 MAGGIO 2019)
Attribuisce alla stazione appaltante il potere di verificare la corrispondenza del prodotto offerto rispetto a quanto richiesto.
MANUTENZIONE DEL PARCO AUTOMEZZI (SENTENZA 15 MAGGIO 2019)
Non va bene il criterio della territorialità. Va bene il prezzo più basso.
CLAUSOLA SOCIALE (SENTENZA 16 MAGGIO 2019)
Il rispetto della clausola sociale, quando dovuto, non comporta la necessità di assumere tutti i dipendenti dell’appaltatore uscente, né di mantenere invariati i livelli retributivi pregressi (principi consolidati).
CCNL (SENTENZA 16 MAGGIO 2019)
La questione della facoltà, per l’appaltatore subentrante nel servizio, di applicare un contratto di lavoro diverso da quello del precedente datore di lavoro (vedi principi consolidati).
REFEZIONE SCOLASTICA E REQUISITO DI CERTIFICAZIONE
Si osserva che, «ai fini del servizio di “refezione scolastica e pasti caldi al domicilio di anziani e indigenti”, il requisito di certificazione richiesto dal bando, nel settore della ristorazione, per il campo d’applicazione “piattaforme acquisti e distribuzione di beni alimentari” appare non idoneo, non pertinente e sproporzionato all’oggetto della gara, e tale quindi da restringere indebitamente la concorrenza».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.