Servizi e forniture

L’OBBLIGO DI ESECUZIONE DIRETTA DELL’AUSILIARIA (SENTENZA 30 MAGGIO 2019)
Ma non può riguardare né il fatturato, né un requisito tecnico-professionale diverso dai titoli di studio e professionali di cui all’allegato XVII, parte II, lettera f), o dalle esperienze professionali pertinenti (abbaglio del giudice amministrativo).
OFFERTA ECONOMICA (SENTENZA 28 MAGGIO 2019)
Indicato valore pari a zero.
L’ART. 106, COMMA 4, DEL CODICE, LEGITTIMA LA MODIFICA DEL COMPENSO DEL BROKER
Il rinnovo del rapporto contrattuale ben può contemplare anche una rinegoziazione delle originarie condizioni, che non integri, però, una modifica sostanziale. La flessibilità interpretativa che consentono l’ultima direttiva e, di riflesso, il codice.
REVISIONE-PREZZI (SENTENZA 28 MAGGIO 2019)
La qualificazione dei rapporti susseguitisi nel tempo all’originario affidamento, in termini di proroga ovvero di rinnovo contrattuale.
LA MOTIVAZIONE DEL RICORSO AL PREZZO PIÙ BASSO (SENTENZA 27 MAGGIO 2019)
Il semplice richiamo alla fattispecie di cui all’art. 95, comma 4, lett. b), del codice, assolve in maniera adeguata all’onere motivazionale di cui al successivo comma 5 (fattispecie in materia di fornitura sanitaria)?
OFFERTA ECONOMICA (SENTENZA 27 MAGGIO 2019)
La disciplina di gara richiedeva il ribasso percentuale, da indicarsi sia in cifre sia in lettere, e precisava che, in caso di discordanza, sarebbe stato ritenuto valido il ribasso in lettere. Quid juris se viene indicato l’importo-prezzo anziché il ribasso percentuale?
CAMPIONE E OFFERTA TECNICA (SENTENZA 24 MAGGIO 2019)
“L’operatore economico dovrò presentare, a pena d’esclusione, campionatura pari a numero cinque unità per voce”. Clausola nulla? Eh sì! Leggi perché.
MANCATA INDICAZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE OFFERTE (SENTENZE 23 MAGGIO 2019)
Né nel bando, né nel disciplinare, veniva riportata una, sia pur breve, descrizione dei criteri di selezione e dunque di valutazione delle offerte, come invece richiesto nell’art. 61 e nell’all. XIV, parte I, lettera C del D.Lgs. n. 50 del 2016.
CONSORZI STABILI IN SERVIZI E FORNITURE, DOPO LO “SBLOCCA CANTIERI”
Il problema del primo periodo del comma 2-bis dell’art. 47 del codice. La non condivisibile lettura secondo cui per «singoli consorziati» debbano intendersi anche quelli non designati all’esecuzione.
IL PRINCIPIO “DI CORRISPONDENZA” IN SERVIZI E FORNITURE (SENTENZA 22 MAGGIO 2019)
Nel silenzio della disciplina di gara (vedi principio consilidato) …

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.