Tematiche generali

REGOLARITÀ DISABILI ED ECCESSO DI RIGORE IN CERTA GIURISPRUDENZA

Il riepilogo della problematica, nella giurisprudenza più rigorosa, sicuramente troppo, alla luce del principio di tassatività delle cause di esclusione. Un’autocertificazione comunque resa obbliga invece senz’altro la stazione appaltante – secondo noi – a dare il soccorso istruttorio.

ART. 38 DEL CODICE E DICHIARAZIONI PER TERZI

L’incondivisibile T.A.R. che esclude che possa considerarsi valevole per tutti la dichiarazione resa da un solo amministratore.

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA: L’OBBLIGO RIGOROSO DELLA MOTIVAZIONE PER LA NOMINA DEL SOGGETTO ESTERNO

Non è una questione di risparmio erariale.

POLIZZA E RAGGRUPPAMENTO: ESCLUSIONE PER MANCANZA DI AUTENTICAZIONE DELLA SOTTOSCRIZIONE DEGLI ALLEGATI …

Sì! E poi lo stesso T.A.R. aveva in precedenza affermato che sarebbe ben sanabile la totale mancata presentazione della polizza! In realtà, un conto è la mancanza di sottoscrizione e un altro la carenza di autenticazione in riferimento a sottoscrizione comunque sussistente.

LA FORMA DEL CONTRATTO: CORTE DEI CONTI

Richiesta di parere in ordine all'interpretazione dell'art. 11 comma 13 D.L. n. 163/2006 (codice dei contratti pubblici). Confermata la tesi della Corte dei Conti lombarda (se mai ve ne fosse stato bisogno).

AVCP: «REQUISITI SPECIALI PER LA PARTECIPAZIONE ALLE GARE»

«In una Determinazione nuove indicazioni operative alle stazioni appaltanti ed agli operatori economici.

ADUNANZA PLENARIA: 1) L’ART. 119, COMMA 6, C.P.A.; 2) LA CUSTODIA DEI PLICHI E LA VERBALIZZAZIONE; 3) OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA, ART. 86, COMMA 3, DEL CODICE, POSIZIONE DEL TERZO IN GRADUATORIA

La “plenaria” sceglie la tesi meno rigida in tema di custodia dei plichi.

PUBBLICITÀ DI SEDUTA: VALE QUINDI ANCHE PER LA PROCEDURA RISTRETTA IN CUI SI ESAMINANO LE RICHIESTE DI INVITO

1. Peraltro, con dei semplici accorgimenti materiali in seduta pubblica, è pure possibile rispettare il principio di cui all’art. 13 del codice, comma 2, lett. b) (che comunque, eventualmente, deve avere carattere recessivo rispetto al prioritario principio di pubblicità di seduta). Controllare la documentazione amministrativa in seduta pubblica, infatti, non significa necessariamente far conoscere simultaneamente anche il nomen dei soggetti prequalificati.

LA PESSIMA NORMA TRANSITORIA SUL RINVIO DELL’OBBLIGO DI FAR RICORSO ALL’AVCPASS: CHI HA IL PROBLEMA SE LO TIENE!

Quella che segue la bozza attuale.

ANOMALIA: VA VALUTATA PER LA SINGOLA OFFERTA, A PRESCINDERE DA QUALSIASI CONFRONTO COMPARATIVO CON LE ALTRE

Vedi principio consolidato.

Pagina 718 di 782