Tematiche generali

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA: TRA “VARIANTI” E “VARIAZIONI”

La «controinteressata ha offerto, all’evidenza, una miglioria tecnica non prevista, né concepita dalla legge di gara». Un po’ generica la motivazione del T.A.R. del Veneto.

SOCIETÀ IN HOUSE E DIRITTO DI ACCESSO

Vedi sentenza.

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA: IL PUNTO DI EQUILIBRIO FRA MERA ADOZIONE DEL METODO DEL “CONFRONTO A COPPIE” ED ESIGENZA DI TRACCIABILITÀ DELL’”ITER” MOTIVAZIONALE (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

Si riafferma che «la motivazione delle valutazioni sugli elementi qualitativi risiede nelle stesse preferenze attribuite ai singoli elementi di valutazione considerati nei raffronti con gli stessi elementi delle altre offerte». Sì, ma non basta!

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA: IL METODO “TOPSIS” E LA DISCREZIONALITÀ NELLA SCELTA DEL LIVELLO DI RIPARAMETRAZIONE (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

Il metodo topsis, previsto dalla lex specialis, non prevede affatto una seconda riparametrazione. E poi la scelta del livello di riparametrazione rientra nella discrezionalità della stazione appaltante, attraverso anche il “non dictum” del bando di gara. Sentenza di basilare importanza.

L’ART. 8, COMMA 2, LETT. DD), DEL D.P.R. 207/2010 (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

Ove il privato si limiti a contestare la mancata comunicazione di avvio del procedimento, senza essere in grado di allegare le circostanze che intendeva sottoporre all’amministrazione per contestare detto vincolo, il motivo con cui si lamenta la mancata comunicazione è inammissibile.

I PRINCIPI GENERALI IN MATERIA DI INTERDITTIVE ANTIMAFIA (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

Vedi pronuncia.

L’INTERDITTIVA ANTIMAFIA EX ARTT. 84, C. 3 E 91 DEL D.LGs. 6 SETTEMBRE 2011, N. 159 (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

L’interdittiva non può trasmodare da misura cautelare ad arbitrio o, peggio, ad un centone di sospetti e dicerie, tali da farne sminuire la serietà e l’efficacia di essa quale buon strumento di lotta in itinere (e non ex post) alle mafie.

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA: IL METODO “ELECTRE” (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

Ognuno dei diversi metodi di valutazione delle offerte economicamente più vantaggiose presenta, nel contempo, elementi di forza e di debolezza e dunque nessuno dei metodi è esente da limiti. La logica di funzionamento del metodo Electre è diversa rispetto da quella del metodo aggregativo-compensatore rimanendo estraneo a tale metodo, diversamente che nel metodo aggregativo-compensatore, la c.d. seconda riparametrazione.

LE “PLENARIE” ESTIVE SUL SOCCORSO ISTRUTTORIO (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

Niente di nuovo sotto il sole! Ora aspettiamo di vedere le prossime sentenze su fattispecie occorse sotto l’applicabilità del combinato disposto dell’art. 38, comma 2-bis, del codice e dell’art. 46, comma 1-ter.

INTERDITTIVA ANTIMAFIA (SENTENZA 21 GENNAIO 2015)

La necessità di una valutazione complessiva.

Pagina 717 di 877